Sondrio Street Climbing V, sempre più climbing, sempre più Sondrio

    5 aprile 2014, con due settimane di ritardo causa pioggia ci siamo, è Sondrio Street Climbing V, la manifestazione di arrampicata urbana organizzata dal Gruppo Giovani del CAI Valtellinese con la collaborazione del Comune di Sondrio ed inserita quest’anno nel circuito Salewa ROCKSHOW.
    Duecentotrentatré gli iscritti, tre volte tanti quelli che si erano presentati alla prima edizione del 2009; ventisei i passaggi, tracciati come ogni anno dalla Guida Alpina Gianluca Maspes e sei le ore per risolverli, anche se al più veloce, Maurizio Bombardieri (poi III classificato), sono bastate due ore e mezza per concludere tutto il circuito. Velocissimi a completare i blocchi anche gli altri semifinalisti, in ordine di tempo impiegato: Renato Cotta (II classificato), Federico Bagarin, Fabrizio Paindelli, Gionata Della Rodolfa (IV classificato), Nicola Bruseghini (I classificato), Fabio Bellotti e Raffaele Tangari. Il caspoggino Guida Alpina Nicola Bruseghini per la quarta volta (su cinque edizioni, e lo scorso anno Nicola non c’era) si porta a casa il trofeo del Sondrio Street Climbing, battendo il comasco Renato Cotta nella scalata alla torre civica.
    Per le donne, prima Simona Mascetti, di Como (21 blocchi chiusi), seconda Martina Frigerio, di Lecco (20 blocchi) e terza la valtellinese Alessandra Tognela (19 blocchi).
    Poiché Sondrio Street Climbing V fa parte del circuito Salewa ROCKSHOW, oltre che alle classiche classifiche uomini e donne sono stati premiati anche i giovanissimi under 16: Davide Colombo, Marco Valtolina e Filippo Caramatti per i maschi, Chiara Caramella e Ilaria D’Angelo per le femmine.
    Sondrio Street Climbing non è solo arrampicata: è anche spettacolo. In piazza Campello i ragazzi dello Slack Passion Slackline Team hanno camminato in equilibrio su una highline sospesa a 10 metri dal suolo facendo alzare all’insù i nasi ai Sondriesi anche prima della finalissima, la scalata della torre civica.
    Sondrio Street Climbing è inoltre valorizzazione del centro storico di Sondrio, con le sue piazze che si riempiono di gente e diventano colore, un carnevale fuori stagione che piace sia agli atleti sia ai cittadini.
    E Sondrio Street Climbing è per finire festa fino a notte fonda, quest’anno al gusto di sciatt, taròz (piatti tipici valtellinesi) e vino rosso, sulle note dal vivo dei Geisha Red Can Satiri e dei Calcifer.
    Gli organizzatori, soddisfatti, ci tengono a ringraziare sia gli sponsor che hanno supportato la manifestazione, sia gli oltre 50 volontari che si son resi disponibili non solo come giudici e come aiuto alle iscrizioni, ma hanno anche tagliato cubetti di formaggio (per gli sciatt) e pelato patate (per i taròz), contribuendo al successo della sfida e della festa.
    Qui potete trovare il video ufficiale per rivedere i momenti migliori della manifestazione in attesa dell’anno prossimo con Sondrio Street Climbing VI.
    Beatrice Giustolisi


     

    Scopri i migliori atleti di ogni anno Albo d’oro